Comunità e Partecipazione

Ultima modifica 20 dicembre 2023

Al via la 2° edizione del Bilancio Partecipativo 2023

Spazio alle vostre idee!

 

Tempi

26 luglio avvio percorso Bilancio Partecipativo
15 settembre termine ultimo di presentazione delle proposte
30 settembre presentazione pubblica di tutte le proposte pervenute

15 ottobre valutazione finale tecnica e economica da parte degli uffici competenti

30 ottobre comunicazione dei progetti finanziati
 
 
bilancio partecipato (3) 
 

La presentazione delle proposte o progetti dovrà essere effettuata con le seguenti modalità:

  • tramite invio per posta (all’indirizzo del Comune, Piazza Marconi 1, 53018 SOVICILLE)

  • tramite posta elettronica (all’indirizzo bilanciopartecipato@comune.sovicille.si.it)

  • tramite consegna a mano presso l'ufficio Protocollo del Comune direttamente da parte del proponente o da altro soggetto munito di delega;

 
 
bilancio partecipato 11.21.31
 

Modulistica

Regolamento Criteri di valutazione Scheda di presentazione

Scheda di presentazione editabile

Proposte presentate

Consulta le proposte

Progetti finanziati

Il Comune di Sovicille restituisce i risultati del bilancio partecipato 2023. Il percorso è stato avviato dall’amministrazione comunale lo scorso luglio con la pubblicazione di un avviso pubblico per dare la possibilità a cittadini, associazioni, attività economiche, enti pubblici e privati, di avanzare idee e proposte sui temi delle aree verdi, dell’ambiente, della mobilità sostenibile, dello sport e politiche giovanili. L’obiettivo del bilancio partecipato è quello di stimolare il coinvolgimento della popolazione ascoltando in modo diffuso i bisogni territoriali e facendo emergere proposte dal basso. Per Sovicille si tratta della seconda volta: già alla prima esperienza, nel 2018, il Comune aveva ottenuto una risposta entusiastica da parte di cittadini e associazioni. E anche quest’anno, dopo lo stop legato al periodo pandemico, la comunità ha partecipato con slancio, creatività ed entusiasmo. Questi i numeri: in tutto sono pervenute 38 proposte che sono state illustrate lo scorso 6 ottobre, nel corso di un incontro pubblico, nella sala consiliare del Comune di Sovicille.

Al termine dell’esame dei lavori della Commissione Affari Generali, relativi alla valutazione dei progetti presentati sul Bilancio Partecipato 2023, sono risultate al momento finanziabili, con la somma a disposizione per l'esercizio in corso pari a 67mila euro le 9 proposte di seguito riportate: nel paese di Torri, rifacimento delle panchine e acquisto di nuove attrezzature per la manutenzione; Rifacimento della recinzione Giardino Via Matteotti Volte Basse;  acquisto e posa in opera di bacheche per affissioni mortuarie; acquisto di giochi e panchine per il giardino di Piazza Peruzzi a San Rocco a Pilli; installazione per step, nei paesi, di pannelli informativi per la raccolta differenziata; efficientamento energetico del palazzetto dello sport di San Rocco; avvio della sistemazione del viale dei Cipressi di Carpineto; primo step della sistemazione dell’area verde in piazza Bartalini. Avvio allestimento Area fitness Giardino Via Siena Rosia.

“Siamo molto soddisfatti del percorso intrapreso e degli ottimi risultati conseguiti – spiega il sindaco di Sovicille Giuseppe Gugliotti – Il bilancio partecipativo è un punto di forza del nostro programma di mandato, un’attività che incentiva la partecipazione creativa, sollecita a mettere le idee a servizio della comunità e accresce in tutti la consapevolezza della complessità delle scelte di un’amministrazione. I progetti presentati sono tanti: solo un certo numero hanno la possibilità di essere finanziati, al momento, integralmente o in parte. Altre proposte, pur giudicate ammissibili in base ai criteri descritti nel bando, non sono attualmente realizzabili per carenza di risorse, ma sono, comunque, inserite nel Documento sulla Partecipazione e saranno riconsiderate non appena si reperiranno fondi nel Bilancio Comunale o da finanziamenti esterni. Ringrazio davvero le tante persone e Associazioni che hanno contribuito al successo di questa bella iniziativa”.

 


Un nuovo futuro per il Castello di Montarrenti

Il Comune di Sovicille si propone come gestore: Avviato un percorso partecipativo per deciderne l’uso

Le due torri del Castello di Montarrenti emergono dal culmine di una piccolo rilievo della montagnola senese che domina le due grandi valli dell’Elsa e dell’alto Merse e i percorsi viari che univano le colline metallifere con la città di Siena. E’ una struttura importante come collocazione e valore ancora ben conservata grazie ad un intervento conservativo della Provincia di Siena nel recente passato. I volumi ancora presenti offrono una molteplicità di usi a partire dalla torre principale suddivisa in stanze con i relativi servizi. In uno di questi stabili ha sede l’Osservatorio astronomico provinciale, gestito dall'Unione Astrofili Senesi e funzionante stabilmente, e in un altro una delle sedi della sezione senese del C.A.I. (Club Alpino Italiano).

Il progetto "Castello e Comunità" del Comune di Sovicille che si propone di acquisirne la gestione, è partito con una giornata interamente dedicata ad un percorso partecipativo organizzato con Cittadinanza attiva nazionale e in collaborazione con l'Università degli Studi di Siena e l'Università per Stranieri. Molti i partecipanti che hanno vissuto questa prima parte del processo di acquisizione.

L’idea che guida la proposta avanzata dal sindaco Giuseppe Gugliotti prevede, infatti, un coinvolgimento di tutta la popolazione che si faccia carico di un obiettivo e della tutela di un bene patrimonio della comunità.

“ E’ una sfida culturale e sociale – ha affermato il sindaco Giuseppe Gugliotti – in cui la consapevolezza della comunità deve essere il motore e il sostegno strategico. Si tratta di scegliere insieme le attività, a partire dalle vocazioni del luogo, coniugando innovazione, qualità' e compatibilità economica sostenibile. Siamo convinti che cultura, natura e bellezza possano e debbano essere motori di sviluppo.”

I temi e le opportunità che una struttura del genere offre sono palesi e vanno dall’usare lo spazio per attività culturali (teatrali, musicali) e per momenti di incontro fra Associazioni di volontariato e per iniziative di carattere sociale e educativo (come, ad esempio campi solari); far diventare il castello il punto di riferimento per l'attività escursionistica e di scoperta del territorio e promuovere la struttura come luogo per eventi, come i matrimoni o altre feste; far ripartire gli scavi archeologici avviati negli anni 80 e in collaborazione con l'Università degli Studi di Siena e dell'Università per Stranieri progettare un percorso museale multimediale che sia testimonianza scientifica e veicolo divulgativo e, infine, ripristinare l’uso dei terreni agricoli e boschivi di quasi 50 ha.

Prossima attività

22 giugno

bilancio partecipato

Eventi passati

27 maggio


Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito?
1/2
Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?
1/2
Vuoi aggiungere altri dettagli?
2/2
Inserire massimo 200 caratteri
È necessario verificare che tu non sia un robot